Sindrome metabolica: se la conosci la eviti

Sindrome metabolica: se la conosci la eviti

Si definisce sindrome metabolica la presenza di 4 fattori di rischio che già da soli sono alquanto pericolosi. Se associati il loro potenziale pericolo aumenta notevolmente.

La sindrome metabolica è la contemporanea presenza di almeno tre dei seguenti fattori di rischio:

  • Pressione sistolica (massima) maggiore uguale di 130 mmHg e diastolica (minima) superiore agli 85 mmHg
  • Colesterolo HDL, detto anche colesterolo buono: minore di 40 mg/dl per l’uomo o 50 mg/dl per la donna
  • Trigliceridi: superiori ai 150 mg/dl
  • Obesità addominale: circonferenza vita maggiore di 102 cm per l’uomo oppure oltre gli 88 cm per la donna
  • Glicemia: maggiore di 110 mg/dl

Un killer silente da prevenire

La sindrome metabolica è quasi sempre silente. Le persone che ne soffrono, infatti, nella gran parte dei casi non manifestano sintomi particolari. Affermano, al contrario, di “sentirsi bene”.

La prevenzione, quindi, diviene ancora più importante. Risulta fondamentale tenere sempre controllati i diversi fattori di rischio che potrebbero portare allo sviluppo della sindrome metabolica.

La prevenzione si attua con una dieta equilibrata e una adeguata attività fisica. E’ necessario controllare almeno una volta all’anno la pressione arteriosa, il colesterolo buono (HDL) e cattivo (LDL), i trigliceridi, la glicemia a digiuno.

Molto semplice vero. In realtà non è così.
Bisognerebbe infatti: andare dal medico, prenotare gli esami, ritirare gli esami, tornare dal medico. I ritmi della nostra vita spesso ce lo impediscono. C’è il lavoro, la famiglia, gli impegni extralavorativi. Il tutto genera ansia, stress, confusione.

Ci si dimentica. Lo faremo più avanti e poi non facciamo mai.
Oppure la convinzione che questi sono problemi da anziani. Dimenticandoci che iniziano spesso a formarsi prima dei 30 anni e che per decenni possono rimanere silenti. Noi stiamo bene ma glicemia, colesterolo, pressione trigliceridi si alzano piano piano. Il grasso si accumula lentamente. Quando ce ne accorgiamo è tardi. Si può solo limitare delle alterazioni che ormai sono difficilmente irreversibili.

La prevenzione va fatta da giovani, il prima possibile. Tradotto una volta all’anno andrebbero controllati i fattori di rischio fin dai 30 anni di età.
Anche perché il rischio è dei peggiori: la morte. Che arriva all’improvviso con un infarto o un ictus.

Prenditi cura del tuo benessere al prezzo di un cappuccino al giorno

Previeni tutte le malattie del metabolismo

Le cause

Le cause, purtroppo, non sono ancora abbastanza chiare. È però molto probabile che tutto abbia inizia dal tessuto adiposo viscerale che, a differenza del grasso sottocutaneo, non è del tutto inerte. Gli adipociti – le cellule che lo compongono – rilasciano, infatti, delle sostanze capaci di dare il via a uno stato infiammatorio e dismetabolico. Che favorisce le alterazioni del colesterolo e dei trigliceridi, provocando al contempo un aumento della pressione arteriosa e la resistenza all’insulina. La resistenza all’insulina è il primo passo verso l’innalzamento della glicemia.

Sicuramente il tutto parte da alcuni difetti del nostro stile di vita. Il consumo eccessivo di cibi prodotti industrialmente ricchi di grassi cattivi e zuccheri raffinata ha un impatto fondamentale. Basti pensare alle bevande zuccherate o alle patatine fritte. Tanto per fare degli esempi.

Altro fattore importante è l’assenza di attività fisica. Il nostro corpo è fatto per muoversi, senza fare cose folli, ma muoversi sempre. Non solo: i ritmi accelerati e frenetici fanno sì che aumentino anche i livelli di stress. Che incidono negativamente sull’equilibrio metabolico.

Cosa fare

La prima cosa da fare, importantissima, è accorgersi di avere alcuni dei fattori di rischio per la sindrome metabolica.
Come accennavamo pare facile ma nella pratica non lo è.

Nel caso fossero presenti alcuni dei fattori di rischio è necessario avviare i corretti cambiamenti del proprio stile di vita per eliminarli.
In caso fosse necessario il vostro medico potrà prescrivere i farmaci necessari.

Se sei interessato alla prevenzione e alla tua salute a 360° gradi leggi come ti che ti offriamo. Al prezzo di un cappuccino al giorno.

Se clicchi sulle frasi sottolineate si apre un link
Condividi su:

Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

E tu cosa ne pensi?
Lascia un commento

Contattaci

Telefono

Email